Citofluorimetria


Il test della citofluorimetria è stato svolto al fine di saggiare la vitalità cellulare. La preparazione dei campioni prevede l’aggiunta di Citrato di Sodio che preserva l’integrità dei nuclei una volta isolati, Nonidet P40 che rompe le membrane, Rnasi che elimina l’RNA che potrebbe interferire ed in fine il Propidio Ioduro che clora il DNA. Tale esame è stato effettuato sulle cellule HL 60 trattate, a nostra insaputa, con DMSO o con PDF.
Le mie cellule sono risultate trattate con DMSO, un crioprotettivo che blocca la crescita cellulare nella fasi Go G1, difatti i risultati al citofluorimetro sono stati i seguenti:

G2/M

       1%

S

       2%

G0/ G1

     49%

APOPT.

     47%

 

Questi risultati riportati nel grafico corrispondente appaiono:

                                             

                    
Come si può osservare le cellule ferme nella fase Go/ G1 sono predominanti rispetto alle altre, inoltre le cellule andate incontro ad apoptosi costituiscono una sostanziale percentuale, tutto ciò è dovuto all’effetto del DMSO all’interno della coltura.

Particolarmente entusiasmanti mi sono risultati le attività di tripsinizzazione e di colorazione delle cellule al fine di poterle visionare attraverso i vetrini; inoltre il nostro lavoro è stato seguito nei minimi dettagli da tutor molto preparate che ci hanno permesso un miglior apprendimento.

 

torna su

 

 

Checchi Marta - Barbara Commisso